Nanni Svampa
a cura di Antonio


Attività: NANNI SVAMPA, classe 1938, milanese con radici sul Lago Maggiore, rappresenta il mondo dello spettacolo con 40 anni di attivita' artistica dedicata soprattutto alla ricerca e riproposta delle canzoni popolari lombarde, alla canzone umoristica e alla canzone d'autore (con particolare riguardo al repertorio di Georges Brassens tradotto in milanese e in italiano), al cabaret, al teatro leggero, alla televisione, alla radio. 1959: ancora studente debutta in teatro nella prima rivista goliardica bocconiana "I soliti idioti", cui seguira' l'anno dopo al Piccolo Teatro "Prendeteli con le pinze e martellateli". Poi la laurea, il servizio militare, il cabaret milanese degli anni '60. Nel '64 inizia a Milano la splendida stagione con I GUFI, che per 5 anni hanno portato da Milano in tutta Italia la nuova proposta umoristica e satirica del nascente Teatro cabaret musicale milanese. Nei primi anni '70 e' stato protagonista, con Lino Patruno e Franca Mazzola, di serial TV sulla storia della canzone e del varieta' ("La mia morosa cara" - "Addio Tabarin" - "Un giorno dopo l'altro"). Parallelamente ha continuato ad approfondire la ricerca e ha pubblicato importanti collane discografiche ("Milanese" - "Nanni Svampa canta Brassens" - LP di canzoni umoristiche); e libri (La mia morosa cara - W Brassens - Canzoni e risate - Giobbiàn). E ha ideato e prodotto documentari sui riti contadini in Lombardia. Ma pur con tanti interessi, NANNI SVAMPA e' stato sempre presente in teatro e nelle piazze: momenti veri, pulsanti, sinceramente comunicativi per la vita di un uomo di spettacolo, dalle commedie musicali dei Gufi ai suoi recital-concerto (Piccolo Teatro 1968 e 1969 - Teatro Uomo 1976-1977), alle commedie (1974 "Pellegrin che vai a Roma" - 1977 "I desgrazi del Giovanin Bongée" di C. Porta - 1986 "Morte" di W. Allen). Negli anni '70- 80 e' stato interprete di sceneggiati e film per la televisione ("Il calzolaio di Vigevano", "Una bella domenica a Gavirago al Lambro" quale coprotagonista, e: "Vita di Verdi" - "Storia d'amore e d'amicizia" - "Woytzeck" - "Un povero ricco" - "Quei 36 gradini" - "Voglia di cantare" - ed altre ancora, come attore caratterista). Quindi nel 1989 "Concerto per Milano e archi", con il trio Ettore Cenci e quartetto d'archi per un grande omaggio alla storia della canzone milanese. Nel 1991 ha realizzato "Milano-Europa per Brassens", grande manifestazione internazionale al Teatro Lirico per il decennale della morte del grande poeta francese. Negli anni recenti NANNI SVAMPA ha ripreso l'antico amore per il cabaret e ha realizzato splendide stagioni in locali particolari, proponendo non solo la sua continua creativita', ma giovani promettenti leve dell'umorismo, o semplici persone di ogni eta' che amano esprimersi (poeti, musicanti, cantori). Oggi NANNI SVAMPA, piu' in forma che mai, e' ancora in scena con i suoi concerti sempre richiestissimi: presenta il grande repertorio della canzone popolare e d'autore, e le storie, gli aneddoti, i ricordi, i personaggi dentro e fuori dal cabaret e dalla vita, su e giu' fra Milano e il Lago Maggiore ("Cabaret Concerto"). O ripropone la migliore selezione delle traduzioni "storiche" e recenti da G. Brassens, in italiano e in milanes ("Il mio concerto per Brassens"), accompagnato alla chitarra da Antonio Mastino.


Anno Spettacolo
1959 I Soliti Idioti
1960 Prendeteli a Pinze e a Martellateli
1964 I Gufi
1969 piccolo teatro
1970 teatro Uomo

Anno Trasmissione Canale
/ La Mia Morosa Cara /
/ Addio Tobarin /
/ Un Giorno Dopo L'Altro /
/ Documentari Su Contadini /

Anno Titolo Regia



Home Page E-Mail